Crea sito

PSICOLOGIA

 

Il carattere dei Drow è il prodotto della loro natura e delle torture loro inflittegli.

Da quando i Drow vennero cacciati nel buio profondo e costretti ad uno stile di vita fieramente e letalmente competitivo, sono passati migliaia di anni e centinaia di generazioni di Drow. Fra quei Drow, quelli privi di scrupoli e più aggressivi sopravvissero ed ebbero figli a cui trasmisero questi loro stessi caratteri.

La natura viziosa dei Drow è in parte il risultato di questa evoluzione selettiva.

La stragrande maggioranza dei Drow non ha più la capacità di provare sentimenti verso altre persone essendo totalmente incapaci di generare quella che gli abitanti di superficie definirebbero coscienza, curandosi unicamente di se stessi.

La competitività letale ed il ribrezzo nei confronti di amore od attaccamento durante l' educazione dei Drow, viene a completare definitivamente il quadro.

Quelli che mostrano segni di debolezza, che rifiutano l’ ambizione sfrenata, che mostrano affetto o preoccupazione per altri, che rifiutano i dogmi della Dea Lloth o li mettono in dubbio, vengono rapidamente eliminati.

L' intera infanzia e l’intera adolescenza di un Drow sono un percorso di tradimenti ed ambizioni, guidati da coloro che insegnano a provare piacere nel dolore inferto ad altri.

Nonostante la loro natura dannata, o forse proprio per questa, i Drow hanno un forte carisma. La loro grazia nei movimenti e la grande forza di volontà li rendono grandi comandanti, allo stesso tempo carismatici e terrificanti, e sicuramente difficili da non ascoltare.

 

FAMIGLIA

 

Gli elfi scuri vivono per centinaia di anni e le femmine hanno la capacità di procreare figli al massimo di circa una volta al secolo. A causa di questi fattori le famiglie drow tendono ad essere ben più allargate che quelle degli elfi di superficie, che partoriscono a maggiori distanze di tempo. Queste famiglie allargate aiutano ad alleviare i genitori dalla responsabilità di crescere i figli più giovani. Rivalità fra fratelli possono essere competitive e letali. I figli salgono di importanza e di potere secondo la gerarchia di nascita. Con la loro lunga speranza di vita, gli elfi scuri hanno la possibilità di avere diverse generazioni in una medesima famiglia. Sebbene questo fatto sia limitato in qualche modo dalla violenza della società drow e dalle trame fra i membri di una famiglia fra loro, le famiglie comuni hanno nonni e bisnonni ancora vivi assieme ai membri più giovani della casata. Dal momento che i drow rimangono vitali fino ai loro ultimi anni di vita, questi anziano non sono un peso sulla schiena della famiglia e agiscono invece come loro guida, insegnante, custode di segreti e tramite per le antiche storie. Un membro molto anziano di una famiglia è qualcuno che deve essere temuto e rispettato, riuscendo a crescere e ad adattarsi in un ambiente di tradimenti e caos. I drow nobili sono leggermente diversi. Con maggiori guadagni nell'eliminazione di superiori o rivali, vi sono meno incidenti di generazioni multiple in una casata, e quelli al potere normalmente tengono la propria prole a un livello più basso .

 

I DROW E L’AMORE

 

 Tra i crudeli ed egocentrici elfi oscuri l’amore è praticamente sconosciuto. Le coppie durature vivono insieme principalmente per ragioni di ordine pratico: carriere complementari, attrazione fisica, concepire eredi femmine legittime, influenza politica e così via.

Le famiglie rimangono insieme anche come difesa contro nemici esterni alla famiglia (anche se le rivalità all’interno della stessa famiglia possono essere pericolose quanto quelle esterne. I bambini perdono molto presto la loro innocente ingenuità ed imparano altrettanto in fretta la crudele realtà della società drow. Vedono i loro genitori come semplici tormentatori che, tuttavia, sono in grado di tenere a bada i predatori del mondo almeno finché essi non saranno in grado di badare a loro stessi.

Sono rari i casi in cui le coppie di drow sviluppano un reale affetto l’uno nei confronti dell’altro.

Ancor più raro è un rapporto di affetto tra genitori e figli che è possibile generalmente solo se il genitore è in qualche modo resistente alle pressioni della società drow e trasmetta questo suo modo di vedere al figlio.

 

L’ALLEVAMENTO DEI BAMBINI

 

I drow sono genitori molto poco dotati. Tra le classi nobili un giovane drow è allevato da tutori e fratelli maggiori e vede i propri genitori poche volte all’anno.

I nobili vengono inviati nelle accademie militari o magiche a seconda dei loro talenti . A causa della loro lunga aspettativa di vita e del numero di anni impiegato a raggiungere la maturità, queste scuole sono come collegi che addestrano i ragazzi anche per più di dieci anni, lasciandoli tornare a casa generalmente solo una volta l’anno per importanti incontri famigliari o religiosi. Questa pratica non fa altro che rinforzare il naturale distacco dagli affetti dei drow per i loro parenti.

 Tra i non nobili le pratiche di allevamento dei figli sono molto simili, con l’importante differenza, però, che in questo caso le famiglie non hanno generalmente i mezzi per potersi permettere un tutore e, quindi, l’educazione viene di norma affidata a membri della famiglia stessa. Ragazzi non nobili tuttavia molto virtuosi possono essere presi in accademie magiche o clericali.

Come per i nobili, i genitori dei non nobili sono sempre emotivamente distanti e, spesso, anche fisicamente distanti.

 

LAVORO

 

 Come le genti della superficie, la maggior parte degli elfi scuri ha una serie di lavori che occupa le loro esistenze, come coltivare, creare oggetti, lavorare in negozi o altri simili impegni mondani. La maggior parte lavora in modo simile a quello dei popoli di superficie, mantenendo privilegi, spettegolando, tentando di mantenere se stessi e la propria famiglia.. Diverse volte un gioielliere o un intagliatore di gemme è stato ridotto in povertà a causa dei suoi lavori così apprezzati da nobili non intenzionati a pagare; dopo avere ipotecato le loro case e avere venduto ogni cosa possedessero. I drow poveri, molti preferisco arruolarsi nelle forze militari di una casata nobile della città. Dopo tutto la vita da soldato almeno concede vitto e alloggio e, nonostante l'occasionale rischio di morire in combattimento, è una scelta più sicura che vivere senza casa nelle strade.

INFANZIA

I bambini drow hanno un impulso omicida fin da prima di imparare a camminare. Gli infanti delle famiglie più abbienti vengono in genere cresciuti da un membro più anziano della famiglia o da un maestro, mentre tra quelli più poveri è comune essere affidati ad un ricovero pubblico. Questa decisione non è presa per il bene del piccolo, ma per togliersi il peso dell`allevamento ed eliminare i più deboli. I bambini sono incoraggiati a competere per lo spazio vitale e per il cibo, e la violenza è incoraggiata come il mezzo principale. Solo i più forti sopravvivono, i deboli
vengono uccisi, chi mostra pietà viene sacrificato. Le femmine drow non hanno istinti materni, ed è un evento più che unico che raro che vadano a visitare i propri figli. Occasionalmente i maschi drow possono essere visti visitare i propri figli, ma questo è considerato un segno di debolezza sia nel padre che nel bambino.

ADOLESCENZA

 

I drow vengono considerati adolescenti nella fascia d`età tra i venti e gli ottanta anni. Le estreme rivalità dei primi anni si attenuano leggermente. E` molto più importante, ora, cercare un proprio ruolo nella società. in quanto essa considera i drow attivi molto più utili da vivi che da morti. Qualunque sia la carriera che intende intraprendere, combattente, religiosa, magica, il giovane drow deve trovare un mentore che lo istruisca, il quale avrà potere di vita o di morte su di lui e che non esiterà ad eliminarlo se vede che egli mostra una maggiore abilità. In questo periodo il giovane drow acquisisce abilità e forma i propri contatti per il momento in cui diverrà indipendente. Quando è pronto, attende che il proprio maestro subisca un grave incidente per prenderne il posto. Quando questo momento si avvicina c`è una forte rivalità tra gli apprendisti e gli altri che rivendicano diritti di successione. In genere non è ben visto un maestro che insegna direttamente i propri figli, in quanto la società vuole creare la solita stimolante competizione e rivalità attorno alla posizione di mentore.

 

ETA’ ADULTA

 

Solo un drow adulto su venti viene considerato nobile, gli altri sono semplici plebei. Coloro che sono nati, o sono stati successivamente adottati da un Casato, godono di un diritto di superiorità nei confronti degli altri. Coloro che invece fanno parte del popolo in genere mantengono un`occupazione che nel migliore dei casi permette loro di sopravvivere o, in alternativa, possono diventare semplici soldati, servi o schiavi di drow di più alto rango. I drow delle classi sociali più basse sono quelli che rischiano maggiormente di essere distrutti dalla società opprimente, dato che potrebbero morire da un momento all`altro a causa di un semplice scatto d`ira da parte di un drow di grado più alto. Durante le proprie vite i drow, specialmente quelli di ceto inferiore, tentano in tutti i modi di aumentare la propria posizione e di godere appieno di tutti i piaceri materiali ottenibili, ricorrendo anche ai più meschini stratagemmi per riuscirci.

 

MORTE

 

In teoria i drow possono vivere fino a 700 anni, ma in pratica, sono pochi coloro che superano i 400 anni d`età. Solo in un età molto avanzata e solo quando si avvicina alla morte un drow inizia ad assumere i caratteri fisiologici di un anziano. La cultura drow non è celebre per la venerazione e il rispetto dei morti. Per i drow di ceto non nobile non ci sono riti funebri, in genere il morto viene semplicemente immagazzinato in una fossa comune o in una catacomba. Per quanto riguarda i nobili, essi ottengono di essere cremati e di ricevere un rituale funebre, in modo che i loro corpi non siano deturpati o utilizzati per altri scopi come accadrebbe ad una persona comune.

MERCANTI E NOBILI


Ci sono due differenti classi sociali nella vita dei Drow.
- La prima è formata dai mercanti (e schiavisti): questi consentono la sopravvivenza degli altri gruppi sociali. Come si può infatti sopravvivere senza i beni di valore indispensabili lontano dall'Underdark? Sono i mercanti infatti a svolgere il lavoro "sporco", materiale.
Generalmente schiavizzano Goblin ed Umani (non molto ambiti per via della loro scarsa resistenza fisica), per procurarsi gli elementi che non possono trarre dalla loro stessa terra del sottosuolo. Gli elfi scuri in effetti vivono nel sottosuolo, in grandi e bui dedali di gallerie sotterranee, dette "Underdark". I
rapporti con la superficie sono considerati senza senso e indegni delle Casate.
- La seconda è formata dai Nobili. Le Casate Nobili gestiscono un maggior potere, che è la cosa più importante nell'esistenza di un drow. La vita nell' Underdark è in gran parte decisa da ciò che le Casate Nobili vogliono fare. La posizione sociale è l'aspetto più importante delle Casate Nobili. Tutte le Casate Nobili sono rette da una Matrona/Patrono. Su terre In visibili è presente alla stesura di questo testo un unico casato. I Veldrin

IL RANGO


In tutto il mondo dei drow non c'è parola più carica di valore, l'ambizione supera spesso il buon senso e la compassione non ha significato nella lingua drow. La posizione nella scala sociale, la gerarchia secondo cui viene distribuito il potere, sono le cose più importanti per i drow. Ogni drow ha una certa posizione su questa scala. Si potrebbe chiamarla, in una parola: autorità. L'obiettivo principale nella vita di ogni drow è aumentare questa importanza. Il metodo più facile per guadagnare influenza è il ritiro di qualcuno (l'assassinio). Alcuni fratelli tenteranno di uccidersi tra loro
finché in questo modo sarà possibile guadagnare qualcosa. Nei casati favorevoli alla dea Lloth favorisce questo processo, principalmente perchè in questo modo i più deboli vengono eliminati ed il suo popolo eletto sarà il più forte su tutte le terre.

CASATE

Le Casate spesso tentano di eliminarsi le une con le altre per guadagnare una posizione di preminenza. Le grandi città drow sono governate dal Consiglio di Otto Matrone. Le otto delle casate dominanti (Otto come le zampe del Ragno). Le casate ad esse inferiori devono sempre tentare di distruggerne una, per accedere ad uno di questi otto posti, in una scalata continua. nessuna casata puo' detenere totale monopolio, perché Lloth desidera vi siano più casate forti, piuttosto che una sola, ciò e' utile in caso di battaglia contro i nemici, e tiene cmq le stesse casate in allenamento, poiché si
combattono fra loro. QUANDO SI DISTRUGGE UNA CASATA LO SI DEVE FARE NEL MODO PIU' DISCRETO POSSIBILE, E NESSUNO DELLA CASATA ATTACCATA DEVE SOPRAVVIVERE ALL’ATTACCO. SE ANCHE UNO SOLO DELLA FAMIGLIA ATTACCATA SOPRAVVIVESSE, POTREBBE FARE RICORSO ALLA MATRONA PIU’ IMPORTANTE FRA TUTTE, E IN BASE ALLA FITTIZIA GIUSTIZIA DROW, LA CASATA ATTACCANTE VERREBBE STERMINATA DA TUTTI I COMPONENTI IMPORTANTI DI OGNI CASATA ESISTENTE, DA TUTTI I NOBILI. UNA CASATA CHE VIENE DISTRUTTA, O PERCHE' DISTRUTTA DA ELFI DROW AMBIZIOSI, O DISTRUTTA PERCHE' HA TENTATO UN ATTACCO ED E’ STATA SCOPERTA... NON DEVE MAI ESSERE NOMINATA. Proprio queste continue lotte fra Casate hanno reso sempre difficile la formazione di un esercito Drow organico ed organizzato... o almeno fino ad ora... a causa del sistema che Lloth ha imposto agli elfi scuri. Lloth desidera che i drow si combattano fra loro stessi con qualsiasi sotterfugio, odiandosi a morte, affinché evolvano la razza di generazione in generazione, fino a diventare tanto potenti da eliminare o sottostare chiunque, di qualsiasi razza, non abbracci il suo culto.

TENDENZE COMPORTAMENTALI CARATTERIALI


- Diffidenza: Un drow non può nutrire fiducia in NESSUNO, poiché né la madre, né il padre, né i fratelli o le sorelle di sangue, né i compagni o i maestri d'arme antepongono i propri sentimenti al sistema.

- Imbroglio: I drow di alta carica apprezzano la capacità dei propri sudditi quand'essi riescono ad avanzare di rango attraverso l'inganno crudele.

- Ubbidienza: I drow maschi e le femmine drow sono puniti severamente se non mostrano il massimo rispetto per gli ordini imposti dai drow di rango superiore.

Esiste una legislazione simile alla nostra, fra i drow, ma è solo una copertura formale. Chiunque violi le leggi facendosi scoprire in fallo, viene pubblicamente punito con la morte o attraverso la dannazione perpetua (vedi trasformazione in Drider). Talvolta anziché venir ucciso o torturato, il drow viene usato a proprio discapito in favore di altri drow, a seconda della decisione presa. ovviamente questo procedimento viene attuato di nascosto.


- Coraggio ed arroganza: Purché utili, questi elementi caratteriali in un drow possono venir sfruttati e possono  portare l'elfo scuro ad alte cariche. Ma non è una posizione destinata a durare a lungo.

- Intolleranza e rabbia: I drow vengono istigati a rivoltarsi contro tutte le creature di superficie, indottrinati a considerare essi come la causa dei disagi che sono costretti a vivere.

- Sventatezza: L'ambizione supera spesso il buon senso.

- Sentimenti: Non è concepita la compassione, né lo sono l'affezione, la pietà e l'amore. Costituiscono punti deboli nelle macchine da guerra che sono spinti a divenire i drow.

 

I SENTIMENTI

Avidità

 

I drow bramano ricchezza e potere, ma questa brama è molto più che semplice avarizia. Essi vedono nella ricchezza uno strumento di potere, e il potere come strumento di controllo. I drow hanno bisogno di controllare. Hanno bisogno di sentirsi manipolatori piuttosto che manipolati. Per tutta la vita sono intrappolati in una rete di falsità e slealtà, dove ogni passo potrebbe essere l'ultimo. Il forte domina sul debole, e lo usa o uccide a seconda di come gli va. In un ambiente così turbolento e scorretto, i drow vedono potere e controllo come una sicurezza. Questa è ovviamente un'illusione, perpetuata dal fatto che anche chi ha raggiunto una qualche forma di controllo sugli altri è insicuro ugualmente, ma si guarda bene dall'ammetterlo... e con un'ottima ragione. La paura è vista come debolezza, e mostrarla equivale a cambiare gli alleati di un tempo in nemici mortali e i servi in assassini assetati di potere. La sicurezza è sempre fuori portata, almeno finché la cultura drow resterà quella che è.

Odio


Tutti i drow odiano gli altri drow. Questo odio deriva nella maggior parte dei casi dall'invidia. Un drow che vede qualcuno più potente, più intelligente o più sicuro vede un nemico. Ciascuno è convinto che potrebbe essere il più importante e potente... in effetti, tutti i drow vorrebbero essere semidei. Ma tutti hanno paura che gli altri dimostrino di essere meglio. Il livello di insicurezza di un drow è grosso modo correlato alla sua posizione nella società. Quando in un drow l'odio e il dubbio verso sè stesso supera l'odio verso gli altri, finirà nei guai e
non potrà più mantenere quello che avrebbe dovuto essere suo.

Gola


Drow obesi ce ne sono molto pochi (anche se qualcuno esiste). Questo però non significa che i drow non si lascino andare a baldorie e banchetti. Li fanno infatti molto spesso, di frequente compresi in grandi feste (per lo più i nobili). Ma essere sovrappeso o troppo ossessionati dal cibo è una forma di debolezza, e la debolezza è fatale. La stessa cosa vale per il bere: semplicemente è troppo pericoloso. Questo problema è aggirato con pratiche come il vomito auto-indotto e varie erbe o droghe che attenuino gli effetti del consumo di alcool. Quei pochi drow che persistono
ad essere obesi sono in posizioni di grande potere e autorità, cosa che tiene la maggior parte dei predatori a distanza, almeno per un po'.

Accidia


I drow devono sempre lottare e stare in guardia. La pigrizia porta spesso alla sconfitta. Allo stesso tempo, si stufano di essere sempre guardinghi. Il desiderio di potere è anche il desiderio dell'occasione di riposare. Benché tutti i drow amino raccogliersi in meditazione e la maggior parte si dedichi a passatempi tranquilli, pochi sanno cosa sia il vero relax. Nonostante ciò, alcuni diventano pigri e indolenti. Questi drow di solito vengono spazzati via non appena i loro compagni acquisiscono potere.

Ira


La rabbia è una compagna costante del drow. Questa emozione viene considerata sia normale che inevitabile, ma la reazione di un drow ad essa cade in uno dei seguenti casi.
- Alcuni credono che l'ira sia essa stessa uno strumento: il furore sanguinario fornisce la forza per sottomettere i propri avversari.
- Altri credono che l'ira possa essere fredda e calcolata: nasconderla darà maggiori opportunità di vendetta.
- La maggior parte dei drow prende un po' da entrambe le scuole di pensiero a seconda della situazione, ma nessuno mette in dubbio la ricompensa: vendetta.

La vendetta
è una forma d'arte per i drow. Può essere rapida o richiedere secoli. Può essere lunga e dolorosa, o essere la morte istantanea e indolore. Tutti i drow apprezzano una vendetta ben eseguita, anche se sono loro stessi le vittime. Ci sono tante varietà di vendetta quanti sono i drow stessi. Ogni drow ha un proprio stile preferito, e lo stabilisce fin dalla più tenera età, servendosene come una sorta di firma e avvertimento per gli altri. Alcuni preferiscono usare le tecniche dei loro nemici allo scopo di far ricadere il biasimo su di loro, ma di converso questo diventa esso stesso il loro stile, e i drow imparano a guardare oltre tali trucchi per scoprire il responsabile.

Orgoglio


L'orgoglio per un drow significa essere sicuro di sè. Un drow modesto è destinato a restare sui gradini inferiori della scala sociale. La maggior parte dei drow sono bulli. Mettono su una facciata arrogante, intimidendo e degradando tutti quelli che possono al fine di nascondere i loro dubbi e paure. Qualunque cosa ferisca l'orgoglio di un drow genererà una qualche ripicca. Le ripicche danno scarsa soddisfazione, piccole azioni che puntano a fare del male senza dar luogo a una completa e mortale vendetta.

Falsità

 

L'inganno è parte integrante della natura dei drow. Ingannano gli altri per proteggere il proprio ego. Mentire è come una seconda natura per la maggior parte dei drow, e saper raccontare menzogne bene è un'abilità che viene incoraggiata fin dalla loro più tenera età.

Tradimento


Tradire è virtualmente una forma d'arte presso i drow, un altissimo ideale, un fatto che continua a trascinare verso l'inevitabile caduta dell'intera razza. Non dovrebbe sorprendere, tenendo conto di questo, il fatto che quasi tutti i drow sono paranoici. Un certo grado di sospettosità è un meccanismo di sopravvivenza; anche se in questo momento nessun avversario sta agendo ai tuoi danni, sicuramente uno lo farà prima o poi. I drow che tendono ad essere troppo chiusi in difesa, finiscono per diventare vittime delle loro stesse paure.

Lussuria


Data la loro vita sociale mortifera e piena di tensione, è soprendente che la lussuria pervada pressoché qualsiasi aspetto della vita drow, ma lussuria e sesso (consensuale o meno che sia) sono importanti fattori nella psicologia drow. Il sesso gioca molti ruoli. Serve a rilassarsi dalla tensione, può essere un momento di avvicinamento, e allontana per un attimo la paura dell'inevitabile morte. A dispetto della loro lunga vita, pochi drow si aspettano di morire vecchi, quindi la procreazione è un modo di prolungare una sorta di vita alternativa oltre la morte. Il sesso è anche uno di quei rari
momenti in cui il drow può esprimere un minimo grado di tenerezza verso un altro. Non è sempre dolce, ovviamente, ma offre piacere nell'essere debole o forte, e i drow coinvolti in atti sessuali consenzienti spesso invertono i ruoli normali che rivestono nella società. Gli schiavi possono essere padroni, e i padroni schiavi. In questo momento di relax fisico, il drow giunge vicino alla felicità più di quanto possa mai capitargli in qualsiasi altra occasione.
I drow non hanno una concezione normale di monogamia o matrimonio; hanno dei figli perché proseguano la loro linea di sangue e la
Casata, e talvolta i genitori si sforzano di proteggere un bambino, ma entrambi avranno molti partner e nessun legame fisso quando il figlio giungerà alla maturità